Fragilità dell’uomo e fragilità di Dio

Percorso di spiritualità – Abitare la vita, tra fatiche e speranza

 

FRAGILITÀ DELL’UOMO E FRAGILITÀ DI DIO

Incontro con BRUNETTO SALVARANI, teologo e scrittore, docente presso la Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna

Lunedì 27 ottobre 2014, ore 20:45

Centro di Spiritualità, via Medaglie d’oro 8, 26013 Crema (CR)

 

Il percorso “Abitare la vita, tra fatiche e speranza” propone un percorso di crescita umana e cristiana, a partire da alcune situazioni che ci mettono particolarmente alla prova.

La nostra storia di vita deve fare i conti con tante fatiche. Come rianimare la speranza?

Cominciamo dalla fragilità. È l’esperienza del limite, della nostra debolezza e precarietà che prima o poi tocca tutti noi, nella malattia, nella depressione, in un lutto o una disgrazia, nei fallimenti e nelle rotture delle relazioni…

La spiritualità cristiana ci dice che anche Dio è fragile, ha condiviso la nostra fragilità. Non è distaccato, alieno, e questa sua partecipazione alla nostra debolezza ci apre una strada di senso e speranza. Ne riflettiamo con Brunetto Salvarani, teologo laico che si è occupato della fragilità di Dio a partire da un vissuto personale: il terremoto che nel 2012 ha colpito l’Emilia Romagna.

Brunetto Salvarani è docente presso la Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna. Dirige la  rivista CEM Mondialità e la rivista trimestrale QOL (di cui è anche co-fondatore), nata per dare voce alla ricerca biblica, al mondo dell’ecumenismo, al dialogo ebraico-cristiano. Tra i suoi libri: In principio era il racconto. Verso una teologia narrativa (EMI);  Il vangelo secondo Leonard Cohen (Claudiana); Il dialogo è finito? Ripensare la Chiesa nel tempo del pluralismo e del cristianesimo globale (EDB); La fragilità di Dio. Contrappunti teologici sul terremoto (EDB).