Silenzio: ritornare a se stessi e ritornare a Dio

La misericordia inizia nel silenzio. Con l’avvicinarsi del giubileo, si preparano tante iniziative sul tema della misericordia, anche molto belle. Spesso, però, ne fanno l’oggetto di un discorso. Ben diverso è capire l’arte della misericordia, cioè la misericordia come arte di vivere e di amare. È appunto questo il tema del programma 2015-2016 del Centro Diocesano di Spiritualità che accompagnerà anche il cammino della diocesi nell’anno giubilare. Il vescovo Oscar, infatti, ha incaricato il Centro di curare una serie di incontri diocesani in Cattedrale per approfondire i volti della misericordia a partire dallo stile di Gesù, dal suo modo di abitare il mondo che scopriamo nel Vangelo. A cominciare dal mese di novembre, inizieranno questi appuntamenti  con gli interventi di alcuni monaci: Luca Fallica (priore di Dumenza), Enzo Bianchi (priore di Bose), Ludwig Monti (biblista di Bose) e il filosofo Roberto Mancini (Università di Macerata).

L’attività del Centro, però, comincia sabato 24 ottobre con un appuntamento più specificamente spirituale. È un’esperienza meditativa dal titolo Silenzio: ritornare a se stessi e ritornare a Dio. Non si può, infatti, comprendere la misericordia senza un’intensa esperienza di preghiera e di ascolto che ci fa percepire di essere amati. Sarebbe solo un discorso intellettuale. E il primo passo di un autentico cammino spirituale è entrare nel silenzio, trovare un momento in cui fermarsi e ritrovare se stessi attraverso questa fondamentale esperienza umana e spirituale, grazie a una guida esperta che fa sintesi tra le tradizioni dell’Oriente e dell’Occidente.

Abitati dal rumore, stressati dalla frenesia, travolti del caos, abbiamo bisogno di riscoprire il silenzio che rigenera mente e cuore, corpo e Spirito. Ci vuole un grande silenzio per conoscerci veramente, affrontare le grandi domande che ci abitano, ascoltare la voce di Dio che parla in noi con un mormorio di vento leggero e scoprire la sua misericordia.

L’incontro sarà condotto da Benedetta Selene Zorzi, docente di Antropologia Teologica e Teologia spirituale ad Ancona, laureata in Filosofia, specializzata in Teologia e Scienze Patristiche e Dottore in Teologia.  Tiene conferenze e guida incontri su temi di teologia e spiritualità. Mette a disposizione la sua più che ventennale esperienza di vita comunitaria e spirituale per singoli e comunità in trasformazione con interventi di Coaching individuale e di gruppo. Tra i suoi libri: La bellezza (di Plotino: introduzione, traduzione e note, Garzanti), Antropologia e teologia spirituale (San Paolo), La felicità (il Margine).Zorzi

L’attività del Centro continuerà con un percorso che aiuta a scoprire come la misericordia ci aiuta a vivere nelle relazioni sociali, nel rapporto con noi stessi e con il creato e come è presente nella fede islamica.

Silenzio: ritornare a se stessi e ritornare a Dio

Esperienza meditativa di ascolto e silenzio guidata da Benedetta Selene Zorzi

Centro diocesano di spiritualità, via Medaglie d’oro 8 (Crema)

sabato 24 ottobre 2015, h 16:30-18:00