Vedere più lontano il volto di Dio: l’Islam

gerusalemme-chiesa-moschea-croce-mezzaluna-shutterstock_48580450

Incontro con GUIDO DOTTI, monaco di Bose

Cristiani e musulmani possono incontrarsi e convivere? La spiritualità islamica ha qualcosa da dire ai cristiani? La fede divide o aiuta a vincere l’odio?

“Credente in Gesù e innamorato dell’Islam”, si è definito il gesuita Paolo Dall’Oglio. L’Islam è ormai una presenza fissa nelle nostre cronache e nella nostra convivenza quotidiana. Molto spesso è associata a paure e tensioni. Ma noi conosciamo davvero la fede dei musulmani? La spiritualità ci aiuta ad avvicinarci, al di là delle differenze tra le religioni? L’Islam ci può aiutare a vedere il volto di Dio, se guardiamo più lontano, oltre ciò che ci divide? Cerchiamo una risposta non nella teoria, ma nell’esperienza: quella dei monaci di Tibhirine (resi noti dal film Uomini di Dio) che sono andati incontro alla morte per solidarietà con il popolo d’Algeria. Scrive uno di loro: “In fondo al nostro pozzo cosa troveremo? Acqua musulmana o acqua cristiana? In fondo a questo pozzo è l’acqua di Dio”. Guido Dotti conosce bene la loro vicenda per aver curato l’edizione italiana dei loro scritti. Inoltre, lui stesso da anni partecipa a un’esperienza internazionale di dialogo tra sciiti e monaci cristiani con incontri in Gran Bretagna, ad Assisi e a Qom in Iran: “Se insieme lavoriamo per la pace, mostriamo la bellezza di Dio”.

Guido Dotti è monaco presso il monastero di Bose e delegato per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso della diocesi di Biella. Ha curato per la casa editrice Qiqajon l’edizione italiana di importanti testi di spiritualità contemporanea, tra cui: Christian de Chergè e i monaci di Tibhirine, Più forti dell’odio; Dag Hammarskjöld, Tracce di cammino; Thomas Merton, La pace nell’era postcristiana.

guido-dotti

20 September 2016, Coatbridge, Scotland: Guido Dotti, Italy, participated in the World Council of Churches consultation on spirituality, worship and mission – Searching for ecumenical spirituality of the Pilgrimage of Justice and Peace. The consultation was convened by the World Council of Chuches, at the Conforti Institute in Coatbridge, Scotland.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...