Vedere più lontano il volto di Dio: l’Islam

gerusalemme-chiesa-moschea-croce-mezzaluna-shutterstock_48580450

Incontro con GUIDO DOTTI, monaco di Bose

Cristiani e musulmani possono incontrarsi e convivere? La spiritualità islamica ha qualcosa da dire ai cristiani? La fede divide o aiuta a vincere l’odio?

“Credente in Gesù e innamorato dell’Islam”, si è definito il gesuita Paolo Dall’Oglio. L’Islam è ormai una presenza fissa nelle nostre cronache e nella nostra convivenza quotidiana. Molto spesso è associata a paure e tensioni. Ma noi conosciamo davvero la fede dei musulmani? La spiritualità ci aiuta ad avvicinarci, al di là delle differenze tra le religioni? L’Islam ci può aiutare a vedere il volto di Dio, se guardiamo più lontano, oltre ciò che ci divide? Cerchiamo una risposta non nella teoria, ma nell’esperienza: quella dei monaci di Tibhirine (resi noti dal film Uomini di Dio) che sono andati incontro alla morte per solidarietà con il popolo d’Algeria. Scrive uno di loro: “In fondo al nostro pozzo cosa troveremo? Acqua musulmana o acqua cristiana? In fondo a questo pozzo è l’acqua di Dio”. Guido Dotti conosce bene la loro vicenda per aver curato l’edizione italiana dei loro scritti. Inoltre, lui stesso da anni partecipa a un’esperienza internazionale di dialogo tra sciiti e monaci cristiani con incontri in Gran Bretagna, ad Assisi e a Qom in Iran: “Se insieme lavoriamo per la pace, mostriamo la bellezza di Dio”.

Guido Dotti è monaco presso il monastero di Bose e delegato per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso della diocesi di Biella. Ha curato per la casa editrice Qiqajon l’edizione italiana di importanti testi di spiritualità contemporanea, tra cui: Christian de Chergè e i monaci di Tibhirine, Più forti dell’odio; Dag Hammarskjöld, Tracce di cammino; Thomas Merton, La pace nell’era postcristiana.

guido-dotti

20 September 2016, Coatbridge, Scotland: Guido Dotti, Italy, participated in the World Council of Churches consultation on spirituality, worship and mission – Searching for ecumenical spirituality of the Pilgrimage of Justice and Peace. The consultation was convened by the World Council of Chuches, at the Conforti Institute in Coatbridge, Scotland.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...