Con i monaci, sui sentieri della fede

SabinoI sentieri della ricerca umana e di fede sono molteplici. Chi appartiene alla vita monastica lo sa bene, nel duplice ascolto della Parola di Dio e delle voci degli uomini, accolti senza giudizio.

Volendo offrire uno spazio di cura della vita interiore, l’Unità Pastorale di San Giacomo – San Bartolomeo di Crema ha invitato quattro monaci,già amici del Centro di Spiritualità e conosciuti per essere esperti nell’arte di aprire lo scrigno delle Scritture e farne emergere i tesori: Sabino Chialà di Bose (attualmente responsabile della fraternità di Ostuni), MichaelDavide Semeraro, il camaldolese Franco Mosconi, e Luca Fallica, priore di Dumenza. Insieme a loro, questi incontri saranno un faccia a faccia con uomini e donne del Nuovo Testamento, per ripercorrere le loro storie di fede. Nell’umanità della Bibbia possiamo riconoscere noi stessi: con le nostre gioie e le speranze, ma anche con i dolori e le angosce. L’ascolto della parola biblica ci aiuta a scoprire, a partire dalle vicende narrate, che si può aprire per tutti noi l’orizzonte della speranza, del perdono, della fiducia, del cambiamento, dell’incontro con Dio.

Gli incontri decisivi nella vicenda della fede si verificano sulle nostre strade, là dove viviamo e camminiamo con gli altri, come fa Gesù con i discepoli di Emmaus.

Il primo appuntamento è con Sabino Chialà, martedì 12 novembre, ore 20:45, alla Sala Ascolto dell’Oratorio di San Giacomo (Crema, piazza Caduti sul Lavoro). Il tema sarà: “Fede e amore: la peccatrice perdonata”, lectio divina su Lc 7,36-50. È un vangelo che ci aiuta a meditare sulla colpa, sulle cadute e sulla forza della misericordia.

Sabino Chialà è biblista e studioso della spiritualità cristiana siriaca antica. Ha curato le antologie: Detti editi e inediti dei padri del deserto (con Lisa Cremaschi, Qiqajon); Isacco di Ninive, Un’umile speranza (Qiqajon); I detti islamici di Gesù(Mondadori). Tra i suoi libri: Silenzi. Ombre e luci del tacere (Qiqajon); L’uomo contemporaneo. Uno sguardo cristiano (Morcelliana).